Offline Data Tracking

 In Curiosità, News, Uncategorized

Ugoogle_analyticsniversal Anlytics porta interessanti novità, come la possibilità di settare dimensioni e metriche custom, di tracciare non più le visite ma i visitatori attraverso il multi-platform-tracking, e in particolare ci mette nella condizione di raccogliere dati ed analizzare molto di più che semplici siti web.

Parliamo di Offline Data Tracking: grazie al nuovo Universal Analytics Measurement Protocol possiamo acquisire informazioni da qualsiasi fonte che sia capace di catturare e trasmettere dati. Grazie a questo strumento si può misurare un intero ecosistema digitale e i percorsi non digitali che vi si incrociano.

Abbiamo raccolto alcune esperienze significative, che mostrano le possibilità nuove che Universal Analytics mette a disposizione:

 

– E-nor in un suo articolo del suo blog ha parlato dell’esperimento di trasformare la Fifa World Cup in uno schema statistico. Hanno suddiviso le informazioni relativi alle partite, ai team e ai giocatori dividendole in dimensioni e metriche:

fwc_analytic_prosWC-2014-Brasil.svg

 

Una volta riversati questi dati su GA, hanno voluto abbinarli al “social buzz” generato sulla rete degli utenti che seguivano le partite e che commentavano e postavano contenuti inerenti. In questo modo alla reportistica relativa, ad esempio, alle condizioni e performance in campo, temperatura durante match, età, è possibile associare diverse attività social.

Questo è un esempio di come elementi offline del mondo “reale” possano essere tranquillamente essere trasformati in digitali, creando una statistica capace di raccontare i Mondiali Brasile 2014 nel linguaggio di GA, con tutte le possibilità e capacità che lo strumento consente.

 

– Analytic Pros racconta l’esperimento di trasformazione del Gioco delle Bocce in report su Google Analytics. Il loro team sheader-boccei è servito di uno strumento capace di registrare la posizione delle bocce rispetto a quella del boccino (Kinekt, della Microsoft) e di mettere in relazione le azioni dei giocatori con la console, creando una rappresentazione digitale del gioco in tempo reale.

Si sono serviti di un App costruita ad hoc per raccogliere e catalogare i dati di gioco registrati da Kinekt e i live feed dei giocatori sul campo.

La reportistica ottenuta, abbinata alle web behaviours dei giocatori, ha circoscritto un quadro completo su cui fare analisi e previsioni, dimostrando come l’unione tra interazioni fisiche e digitali sia concretamente fattibile.

 

smartthings_detected_realtime_reportBlastam ha pubblicato un interessante articolo su SmartThing, un tool che permette di controllare e monitorare da remoto qualsiasi device nella casa o ufficio: luci, termostato, elettrodomestici, serrature, videocamere, ecc… Grazie a un controller rende possibile connettere SmartThing a ciò che si desidera monitorare, attraverso un set-up semplice che sincronizza con il WI-FI hub di SmartThing. L’ App dedicata consente di interfacciarsi con gli elementi sincronizzati. Gli sviluppatori possono fare richieste HTTP attraverso l’Universal Analytics Measurment protocol, e possono mandare richieste di interazione offline direttamente ai server di GA, ottenendo una grossa quantità di non web data sources, processabili in Google Analytics. Attraverso il Live events è possibile vedere in tempo reale le azioni compiute e le variabili cambiare.

Universal Analytics ci da interessanti spunti anche per il retail in store (ad esempio la stima di quanti clienti entrano, impostare custom sms per allertare, e altro..) e il set-up del measurement protocol è semplice.

Ancora una volta vediamo come è possibile unire azioni o eventi fisici con la sintassi digitale, aprendo a nuove potenzialità ancora da esplorare.

Articoli consigliati

Leave a Comment